Calcolo pensione (professioni)Calcolo pensione Enpam specialisti ambulatoriali

Calcolo pensione Enpam specialisti ambulatoriali

Come si calcola la pensione Enpam specialisti ambulatoriali? Quali sono i requisiti necessari per andare in pensione? Come presentare la domanda? Scopriamolo in questa guida.

La pensione Enpam è una prestazione economica che si compone di varie voci: una pensione di base (Quota A) che spetta a tutti i medici e gli odontoiatri iscritti all’Ordine; un’eventuale quota che è calcolata sui contributi versati in base alla propria attività professionale svolta come Libero Professionista. La pensione che viene erogata dal Fondo Enpam deve essere cumulata con altre prestazioni previdenziali.

Enpam: cos’è?

Enpam è l’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Medici, a cui fanno riferimento medici e odontoiatri che svolgono la Libera Professione. Partendo da una retribuzione di riferimento, ogni anno di versamento viene aggiunta una percentuale all’assegno previdenziale spettante al Libero Professionista.

Chi può iscriversi all’ENPAM?

Gli studenti di Medicina e Odontoiatria prossimi al conseguimento della laurea possono scegliere di iscriversi all’Enpam. In questo modo sono garantiti da una copertura previdenziale e assistenziale come se si fossero già abilitati a svolgere la Libera Professione. È possibile decidere di versare i contributi previdenziali al momento dell’abilitazione o appena si inizia a svolgere l’attività da Liberi Professionisti.

Tra le tutele garantite dall’iscrizione all’ENPAM c’è la possibilità di beneficiare di aiuti economici in caso di malattia e di disagio, sussidi in caso di danni subiti per calamità naturali e trattamenti previdenziali.

Contributi Previdenziali per gli specialisti ambulatoriali

Gli specialisti ambulatoriali, che svolgono la propria attivitĂ  professionale con Partita IVA, sono tenuti a versare due tipologie di contributi:

  • la quota A è obbligatoria per tutti gli iscritti,
  • la quota B dipende dai redditi percepiti per l’attivitĂ  in libera professione, le prestazioni in intramoenia ed extramoenia e derivanti da collaborazioni coordinate e continuative. Il contributo di quota B è dovuto e calcolato soltanto sui redditi effettivamente prodotti con l’attivitĂ  da Libero Professionista e al netto delle spese sostenute,
  • versamenti aggiuntivi facoltativi, la cui percentuale è compresa tra l’1% e il 5% del proprio reddito.

Calcolo pensione Enpam specialisti ambulatoriali: pagamento contributi

Il versamento della quota A può avvenire in un’unica soluzione (30 aprile) oppure rateizzando (30 aprile, 30 giugno, 30 settembre e 30 novembre di ciascun anno). Il pagamento può avvenire tramite MAV o con domiciliazione bancaria.

La quota B deve essere pagata solo nell’anno successivo a quello di riferimento, inviando all’Enpam il Modello D tramite l’area riservata del contribuente, entro il 31 luglio di ogni anno. Nel Modello D deve essere indicato il solo reddito libero-professionale realizzato nell’anno precedente.

La quota B può essere pagata in un’unica soluzione (31 ottobre), in due rate (31 ottobre e 31 dicembre) oppure in 5 rate (31 ottobre, 31 dicembre, 28 febbraio, 30 aprile e 30 giugno). Il pagamento può avvenire tramite MAV, scaricabile dall’area riservata, o con domiciliazione bancaria.

Pensioni Enpam: le tipologie di prestazioni erogate

La Pensione Enpam specialisti ambulatoriali si compone di una pensione di base che spetta a tutti gli iscritti e di una quota calcolata in base ai contributi versati, tenendo conto della Libera Professione svolta.

ENPAM eroga ai propri iscritti quattro trattamenti previdenziali.

Pensione anticipata

Gli specialisti ambulatoriali che decidono di andare in pensione anticipata subiscono una riduzione nell’assegno finale rispetto a coloro che raggiungono i requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia. I coefficienti di adeguamento all’aspettativa di vita applicati al montante contributivo incrementano all’aumentare della variabile anagrafica. Il calcolo della pensione anticipata dipende dalla Quota A, che deve essere versata obbligatoriamente e dalla Quota B, calcolata in base alla propria attività da Libero Professionista.

Pensione di Vecchiaia

La pensione di vecchiaia spetta al raggiungimento del requisito dell’età anagrafica.

Pensione di inabilitĂ 

La pensione di inabilità assoluta e permanente spetta agli iscritti inabili all’esercizio della professione prima di aver compiuto l’età per la pensione di vecchiaia.

Pensione per i familiari

La pensione per i familiari spetta ai familiari dell’iscritto deceduto in pensione.

Calcolo Pensione Enpam specialisti ambulatoriali: un esempio

Per il calcolo della pensione Enpam specialisti ambulatoriali è necessario prendere in esame i redditi annuali e rivalutarli nel tempo per ricavare il reddito medio rivalutato. La pensione derivante è data dalla moltiplicazione degli anni di versamento con il coefficiente di rendimento. Ad esempio, se uno specialista ambulatoriale ha un reddito medio pari a 50.000 euro potrà incassare 25.000 euro di pensione.

⌨️ Calcola gratis la tua pensione

Pensione Enpam specialisti ambulatoriali: come presentare la domanda?

La domanda per richiedere la pensione può essere inoltrata al seguente indirizzo:

Fondazione Enpam Servizio Prestazioni P.zza Vittorio Emanuele II 78, 00185 – Roma.

È necessario allegare la fotocopia del documento di identità. Sul modulo per la domanda per la pensione è necessario indicare anche il numero di conto corrente bancario su cui accreditare l’importo dell’assegno previdenziale.

Ti potrebbe interessare anche